• Eleonora Barbaccia

UNA COPPIA PUNGENTE

Il mondo marino è un ambiente affascinante ma anche ostile e pieno di pericoli. Per questo motivo alcuni suoi abitanti hanno deciso di unire le proprie risorse in modo da essere meno vulnerabili.


Come tutti sanno, l’unione fa la forza!


Solitamente granchi e ricci non entrano in relazione, mentre le particolari specie sopra citate hanno deciso di collaborare. Per esempio, una specifica specie di granchio (Dorippe frascone) vive in simbiosi con alcune specie di riccio (Astropyga radiata o Diadema savignyi o Diadema setosum).


Il granchio, infatti, è un animale che si muove facilmente nel mondo sottomarino ma vulnerabile; mentre il riccio, non brilla per le sue capacità natatorie, ma presenta alcune caratteristiche che scoraggiano i potenziali predatori. Perciò, queste specie hanno pensato che collaborare potesse portare benefici a entrambi.


Questa specie di granchio ha sviluppato due paia di zampe posteriori con cui blocca il riccio sul suo carapace, così da essere meno visibile agli occhi dei suoi predatori che, anche se dovessero avvistarlo, per acchiapparlo dovrebbero prima fare i conti con il guscio spinoso del riccio.


Il vantaggio del riccio, invece, è che nutriendosi delle particelle disciolte nell’acqua, grazie al granchio ha la possibilità di spostarsi per trovare nuove fonti di cibo.


Questa curiosa coppia si può osservare nel Mar Rosso e nell’Oceano Indiano.


Non è inusuale scorgere anche dei pesciolini nuotare tra le spine del riccio, ma che non fanno parte dello scambio di favori reciproco perché utilizzano le spine del riccio come difesa personale ma senza offrire niente in cambio.


E' possibile vedere il granchio Dorippe frascone in associazione mutualistica anche con la medusa Cassiopea (upside down jellyfish), ma ne parleremo nel prossimo articolo. .




#mutualismo #simbiosi #sealife #sea #BIOLOGYCURIOSITY #BLOG #BiologiaMarina #News #riccio #echinodermi #granchio #carriercrab

69 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti