• Alberto Casali

Il mio corso di Nitrox Avanzato

Dopo il “Brevetto Nitrox” perché non fare anche il Corso Nitrox Avanzato? Ed è così che Io, Matteo e Monica decidiamo di intraprendere un’altra sfida con noi stessi …..

In men che non si dica, il segugio Monica, tramite i suoi contatti trova Diego un “Top Driver” delle immersioni tecniche, disponibile a tenere il corso, unica pecca….. il corso si svolgerà sul Lago di Garda vicino a Salò presso il Diving del “Centro Sportivo Rimbalzello”.

Fissiamo un contro con Diego per conoscerci e avere tutte le informazioni necessarie per il corso, dopo un primo rinvio per impegni lavorativi di Matteo, finalmente il 21 giugno riusciamo a concordare un nuovo incontro, ma anche questa volta all’ultimo momento Matteo rimane bloccato dal lavoro e io e Monica andiamo in avan scoperta.

Arrivati al parcheggio del “Centro Sportivo Rimbalzello” riconosciamo subito il nostro futuro istruttore intento a scaricare con passione e meticolosità la sua attrezzatura.

Dopo dieci minuti di chiacchere, Diego sale in cattedra, inizia a spiegarci nel dettaglio in cosa consiste il corso e ci mostra la sua attrezzatura affinché ci sia chiaro capire quali siano le attrezzature basilari necessarie.

Ci ha dimostrato indossando l’attrezzatura il perché sia stata studiata quella configurazione, mostrandoci movimenti e automatismi che non avevamo mai visto prima e ne siamo rimasti esterrefatti.


. Quello che pensavamo fosse un incontro per conoscerci e d’illustrazione si è rivelato essere una vera e propria lezione di tre ore!!!


Ci salutiamo concordando la prima lezione per il 10 e 11 settembre.

Una volta rientrati a Milano i dubbi sulla capacità di riuscire a superare questo corso aumentano notevolmente e non ultimo recuperare tutta l’attrezzatura basilare necessaria, ma il bello è dover spiegare il tutto a Matteo.


Già dopo un paio di giorni viene creato su whatsApp il gruppo “Nitrox Adv” dove Diego a ore improbabili del giorno ci riempie di slide ed elenchi di attrezzature da predisporre e dove poter reperire il materiale tecnico necessario.




Tutto è difficoltoso in questo corso…. anche trovare il negozio che vende le attrezzature, impostato il navigatore, raggiungiamo la destinazione …..ma dov’è il negozio???

Ci guardiamo intorno ci sono una gelateria, un bar chiuso e una porta senza insegna con vetri acidati , sarà questo? Proviamo ad entrare e davanti a noi ci appare un negozio dove sembrava fosse appena avvenuta un’esplosione ….mute, bombole, attrezzature e accessori accatastati da ogni parte….da dietro il bancone spunta Guido, il proprietario, che si mette subito a nostra disposizione dandoci consigli e suggerimenti sugli acquisti.

Non sarà l’unico viaggio…Diego continua ad allungare l’elenco del materiale e noi continuiamo ad andare da Guido a spendere….


Finalmente con tutta la nostra nuova e fiammante attrezzatura ci prepariamo per affrontare il nostro primo week end, Diego prenota l’albergo, ma noi decidendo di partire il venerdì contattiamo l’albergo per chiederne la disponibilità, ma con sorpresa non solo non c’è disponibilità per il venerdì, ma non risulta esserci nessuna prenotazione per il week end né per noi né per Diego……a questo punto l’albergatore ci indirizza ad un albergo nel centro di Salò….


Arriviamo all’albergo e ……Apriti cielo! Sembrava di essere sul set di Shining, mancava solo Jack Nicholson che girava per i corridoi…… i proprietari inquietanti, lenzuola con buchi e rammendi, finestra altezza sopraelevata e ciliegina sulla torta bagno con porta a soffietto senza chiusura…… c’era anche il ristorante ma, meglio non rischiare e girare alla ricerca di una pizzeria…..


Colazione e via verso il Diving dove alle ore 8,30 ha inizio la prima lezione, il Centro di giorno è molto bello con prato all’inglese, sdraio e ombrelloni, ma noi possiamo solo ammirarli…tra preparazione delle attrezzature, esercitazioni a secco, vestizione e immersioni con continui controlli di trim, assetto e pinneggiate arriva sera….. stanchissimi solo il tempo di una pizza e poi finalmente il meritato riposo…..e chi fa più caso alle lenzuola rotte!!!

Passate otto ore siamo di nuovo in pista, forse oggi finirà prima…dovendo rientrare noi a Milano e Diego a Bolzano …..pura illusione!!! Nuovi esercizi e nuovi obiettivi da raggiungere durante li corso, ma tutto passa e alla fine della giornata il tuffo dal molo lava via tutta la tensione!


E’ lunedì e alle 7,35 partono già i primi whatsApp…..non c’è pace!!! Diego ci riempie di foto e di indovinelli………il corso non finisce mai!!!!!

Nell’intervallo dei week di corso, ci districhiamo a preparare nuovi accessori e ad esercitarci…. Il prossimo week end di corso si avvicina…..

Il 4 e 5 novembre ci aspetta un tempo da lupi. Tra nuovi e vecchi esercizi, il sabato termina nella stanza di Diego a far teoria fino alle 21!!!!!

E’ domenica…. si ricomincia….tra un’immersione e l’altra mangiamo dentro il diving, il cartone della pizza diventa la lavagna per la teoria, stufetta e rumore sul tetto della pioggia sono letali per farci cadere nella tentazione di chiudere gli occhi per un pisolino………Si torna in acqua, Monica viene tradita dall’orecchio, rimaniamo in acqua io e Matteo… su e giù per la colonna d’acqua, cambio gas in coppia, e vai, sono le 19,00 e il buio ci avvolge, siamo ancora in acqua illuminati solo dalle torce …….troppo bello, troppo emozionante, siamo affascinati da questo corso!!!!!!

Sulla strada del ritorno, la stanchezza la fa da padrona e per ben due volte non vediamo l’indicazione dell’autostrada ……poi finalmente la troviamo e arriviamo a casa ……

Ci attende l’ultimo week end di fatica e speriamo l’agognato brevetto ….. comunque andrà a finire rimarrà comunque un’esperienza ed un arricchimento per i quali è valsa la pena!!!


#BLOG

75 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti