Corsi ARO

Il Goggler è ormai uno dei pochissimi club nei quali si può ancora imparare ad usare l'Autorespiratore ad Osigeno ARO.  La sua progettazione  risale al 1876 dall'ingegno di Henry Fleuss, poi sviluppato sia dall'azienda tedesca Drager (tuttora presente nel campo dell apparecchiature di autorespirazione) che dall'americano Charles "Swede" Momsen e dal britannico Sir Robert Davis. 

Ideato come apparecchio di respirazione per il soccorso nelle miniere invase da gas asfisianti, durante la seconda guerra mondiale venne modificato ed adattato all'uso subacqueo per i primi incursori militari, i famosi Uomini Gamma della X° Flottiglia Mas.

Durante la seconda guerra mondiale era utilizzato dalla Marina Italiana per compiere sabotaggi e porre sotto le chiglie delle navi nemiche delle mine esplosive tarate per deflaglare dopo un determinato periodo di tempo. E' da sottolineare che l'autorespiratore ad ossigeno è ormai caduto in disuso, questo anche per una sua certa pericolosità che richiede da parte dell'utente un addestramento mirato, serio e rigoroso che solo un club d'esperienza come il nostro è in grado di offrirti.

L'ARO si dimostrò subito utile sia in campo subacqueo che sui sommergibili, per accedere ai locali in caso di fuga di cloro dalle batterie.

 

Dal Primo prototipo altri tipi perfezionati entrarono a far parte delle principali marine militari. Infatti l'ARO si adattava benissimo agli scopi bellici per via del ridotto ingombro, lunga autonomia e soprattutto per la sua silenziosità (dovuta all'assenza di bolle).

ARO è un apparato in grado di affinare, nel subacqueo che lo utilizza per addestramento, doti di acquaticità ed autocontrollo superiori, oltre che di dare, a chi lo usa per le immersioni in mare entro i 6 m di profondità, grandi soddisfazioni. Le sue ridotte dimensioni, la sua silenziosità, l'assenza di bolle e l'assetto perfetto che conferisce permettono infatti un approccio alla vita sottomarina discreto e rispettoso.